Moro Idraulica - Bagno sottoscala:

Bagno sottoscala:

ovvero come ottenere un bagno in più!

Se abbiamo una casa su più livelli, avremo certamente una scala e, quindi, un sottoscala, vera e propria croce e delizia dell’arredamento. Come sfruttarlo? Come trasformarlo da ingombro a risorsa?

Diverse sono le soluzioni: il sottoscala può diventare un ripostiglio e può essere arredato con cassapanche, armadi o librerie, o, addirittura, può diventare un comodo secondo bagno, quell’ambiente che non c’era e di cui si sentiva un enorme bisogno.

Diverse sono le soluzioni: il sottoscala può diventare un ripostiglio o, addirittura, può diventare un comodo secondo bagno, quell’ambiente che non c’era e di cui si sentiva un enorme bisogno.

Lasciati ispirare da questo bagno

che abbiamo realizzato recentemente per un nostro cliente!

Bagno nel sottoscala: lo scenario di partenza

La richiesta del committente è stata quella di valorizzare al meglio lo spazio presente sotto le scale della propria abitazione per ottenere non un semplice bagno di servizio, ma, al contrario, un bagno elegante e comodo per la zona giorno

Di fronte alla porta d’ingresso c’era una piccola finestra, cosa insolita per un sottoscala, una vera fortuna che permette di illuminare il bagno con una bella luce naturale.

Il soffitto del sottoscala era molto irregolare, con tre diversi livelli, tre diverse inclinazioni ed un’altezza che variava da 2.70 mt a 0.80 mt. La parete più alta era quella di destra.

Trovare la giusta disposizione, in un bagno sottoscala, è una sfida: il nodo centrale è la gestione delle altezze. Dovevamo sfruttare l’inclinazione del soffitto e lo spazio a disposizione in maniera efficiente ed esteticamente valida.

Bagno nel sottoscala: il progetto

Abbiamo deciso di usare, per questo elegante ambiente, una vasca da bagno sfruttando tutta la parete frontale. La soluzione scelta è semplice e murata, comprensiva di una bella mensola portaoggetti. Lo spazio a disposizione ci ha permesso di scegliere una vasca grande, 180x80cm, rettangolare, modello Eva di Hafro. Le abbiamo dato un aspetto pulito ed essenziale e abbiamo optato per lo scarico con erogazione. In questo modo, abbiamo coniugato il senso estetico con la praticità: una vasca scenografica, staccata dal muro, sarebbe stata infatti difficile da pulire.

Sulla parete più alta, quella di destra, abbiamo posizionato il lavabo con lo specchio e su quella a sinistra della porta gli altri sanitari.

L'importanza dei dettagli

La piastrellatura del bagno sottoscala

Nello scegliere la piastrellatura, abbiamo dovuto valutare vantaggi e svantaggi del controsoffitto. Non avendo potuto livellare ad una sola altezza, occorreva lasciarlo com’era. Abbiamo deciso allora di seguire con le piastrelle di rivestimento il disegno a nostra disposizione, arrivando fino in cima.

Questo movimento verso l’alto, benché piacevole, rischiava però di dare una sensazione di schiacciamento, anche se si tratta di un bagno non piccolo. Abbiamo allora proposto al cliente una soluzione che incontrasse i suoi gusti e soddisfacesse anche queste esigenze pratiche ed estetiche.

La scelta è ricaduta su un gres porcellanato effetto marmo Calacatta levigato, sui toni del bianco e del grigio, di Novabell, serie Imperial, finitura Calacatta lappato. Abbiamo optato per il formato 60x60 per il pavimento e per quello 60x120 per il rivestimento. L’effetto è pulito ed essenziale.

I sanitari del bagno sottoscala

Per contribuire a dare una sensazione generale di leggerezza, i sanitari sono sospesi. Abbiamo scelto il modello ZERO 55 di CATALANO, caratterizzato da un design moderno e da una brillantezza delle superfici unica, ottenuta grazie all’utilizzo dell’innovativo smalto Cataglaze, brevettato dall’azienda. Il wc 55 sospeso, utilizza il sistema di scarico Newflush®, un sistema di scarico a vortice che sfrutta al meglio la quantità d’acqua disponibile garantendo la massima efficienza e che, grazie all’eliminazione della brida (ovvero la cornice superiore interna), consente operazioni di pulizia più facili ed efficaci.

I rubinetti ed il lavabo del bagno sottoscala

I rubinetti sono cromati e leggermente squadrati, della serie Glitter di Ritmonio, azienda leader nella rubinetteria, grazie ad una produzione esclusivamente Made in Italy di alta qualità.

Ma il vero protagonista è il lavabo, insieme al suo mobile e agli accessori.

Il cliente voleva un lavabo a catino in pietra, dall’effetto rustico, ma temeva che lo stacco con il marmo lucido fosse troppo grande.

Una sfida nella sfida!

Abbiamo assecondato il suo desiderio e abbiamo scelto un catino in pietra di Cipì, ma lo abbiamo abbinato ad un mobile a terra con finitura in bianco opaco, con piano in Ocritec® dello stesso colore.

Abbiamo attinto dalla serie Segno di Cerasa, che propone tra i complementi d’arredo fasce in alluminio nero opaco, mensole e porta salviette dello stesso tipo. Abbiamo montato la fascia in verticale sul mobile del lavabo, il porta salviette sul lato destro, una mensola sul lato sinistro dello specchio e una lunga mensola combinata al porta salviette sul bidet.

Non poteva mancare una piantana portarotolo/scopino che si adattasse al tutto: la scelta è ricaduta sul modello nero matt della serie ZEN di LINEAG.

La comodità di un secondo bagno

In questo articolo ti abbiamo mostrato come il bagno sottoscala non sia solo un bagno di servizio!

Il risultato finale è infatti un bagno comodo, accogliente, luminoso ed elegante, che nulla ha da invidiare agli spazi più grandi.


SCRIVICI

Se hai l’esigenza di ristrutturare creando un bagno nel sottoscala. Avrai a disposizione un team di esperti, che ti aiuterà a capire come sfruttare al meglio gli spazi.

Moro Idraulica